Mobile marketing, su smartphone elaboriamo i contenuti più velocemente

Posted by on Feb 2, 2016
Mobile marketing, su smartphone elaboriamo i contenuti più velocemente

Che la parte iniziale è importantissima per il successo di un video in rete si sapeva. Che su smartphone i primissimi secondi dei filmati siano ancora più importanti lo ha rivelato invece una ricerca congiunta di Facebook e Twitter. Dallo studio, che dovrebbe essere preso in considerazione da chi si occupa di mobile marketing, è emerso che tendiamo a guardare i contenuti video su mobile molto più velocemente di quanto facciamo su desktop o alla TV. Un comportamento dovuto dalla natura del mezzo: nella maggior parte dei casi utilizziamo i dispositivi mobili in movimento, come second screen o tra un’attività e l’altra.

Mobile marketing, Twitter e Facebook: ‘Capire come vengono consumati i contenuti è cruciale’

 

A rendere noti i dati della ricerca sono stati Fidji Simo, Director of Product di Facebook, e Jeffrey Graham, Global Ad Research Director di Twitter, in un articolo scritto a quattro mani per Adage.com. I due hanno fatto sapere che le loro aziende hanno lavorato insieme per ottenere questi risultati e sono giunte alle stessa conclusione: i contenuti sono consumati in modo diverso su smartphone rispetto a quanto avviene su desktop, e c’è una notevole differenza nella user experience anche a seconda che si navighi su un’app o su siti in cui non è presente un feed. Perciò, osservano i dirigenti dei due social network: “Capire questo nuovo mezzo è cruciale per advertisers, publishers e chiunque provi a realizzare un buon video”.
Il team di Twitter ha rilevato che elaboriamo i contenuti più velocemente su mobile che su desktop e un test di Facebook lo ha confermato: gli iscritti al social network di Zuckerberg impiegano 1,7 secondi per guardare un video dal proprio smartphone e 2,5 dal proprio pc. Questo non significa che raggiungere gli utenti su mobile non valga la pena, anzi: i post visti in fretta possono sempre sfondare, dato che la memoria si forma in pochissimi attimi, anche in un solo secondo.  E il 65% delle persone che guardano i primi tre secondi di un video tendono a guardare i successivi 10, e il 45% arriva a guardare mezzo minuto.
Quali sono quindi le implicazioni per chi si occupa di mobile marketing? Bisognerà necessariamente adeguarsi ai nuovi trend e cercare di convertirsi dal testo al video. Cisco prevede che i filmati rappresenteranno circa il 90% del traffico sul web entro il 2019, e ad emergere in rete saranno solo i migliori, quelli in grado di creare più coinvolgimento sui social network.

P.S. Avete capito come è riuscita Tasty ad arrivare a 35 milioni di fan in 6 mesi? Guardate uno dei suoi video, come quello sotto, poi fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!

Stuffed Super Bowl Cupcakes #SB50FULL RECIPE: http://bzfd.it/1KQoe4U

Pubblicato da Tasty su Domenica 31 gennaio 2016

Leave a Reply