LinkedIn, la regola d’oro per trovare lavoro

Posted by on Feb 9, 2016
LinkedIn, la regola d’oro per trovare lavoro

Anche tu ti sei iscritto su LinkedIn, ma non sei ancora riuscito a trovare lavoro? Niente paura, se le offerte ci sono, e hai le carte in regola, con alcuni accorgimenti potrai competere sul mercato e fare un passo avanti nella tua carriera. La prima cosa da fare è ottimizzare il tuo profilo sul social network utilizzando le parole chiave che meglio descrivono la tua posizione e che soddisfano le query di ricerca. Quando scegli le keyword mettiti nei panni di chi sta ricercando personale, quindi utilizza i termini che trovi più frequentemente negli annunci, e ricordati che più utilizzi una determinata parola più è probabile che apparirai tra i risultati di ricerca degli utenti per quella parola.

LinkedIn, come ottimizzare il profilo per trovare il lavoro dei tuoi sogni

Una volta identificate le parole chiave, prepariamoci ad aggiungerle nel profilo. In quali sezioni? Brenda Bernstein, blogger e autrice dell’ebook “How to Write a KILLER LinkedIn Profile… And 18 Mistakes to Avoid”, consiglia di aggiungere più keywords possibili nei seguenti campi: sommario professionale, titolo della posizione lavorativa attuale, eventuali lavori aggiuntivi e interessi. È importante farlo perché lo strumento di ricerca avanzata di LinkedIn ispeziona l’intero profilo, per cui è bene inserire le parole chiave non solo all’inizio, ma anche nel resto della pagina. Se stai cercando, ad esempio, un impiego nel settore dei social media, dovrai utilizzare keywords come: social media manager, web content, copywriter, Facebook, ecc…
Con questa piccola modifica sarai già a metà dell’opera, ma è necessario uno sforzo ulteriore per migliorare il profilo e, finalmente, trovare lavoro. Altri parametri importanti per apparire in cima ai risultati di ricerca sono, infatti, il numero di connessioni e la completezza del profilo: quando fai una nuova conoscenza per motivi professionali approfittane e aggiungi il nuovo contatto su LinkedIn e compila più campi che puoi. E, se puoi fare un piccolo investimento, una foto del profilo professionale ti farà fare un’ottima figura.
Dopo aver attuato queste modifiche non ti resta che condividere contenuti interessanti con i tuoi contatti (dopotutto LinkedIn è un social network), e, tempo permettendo, utilizzare la piattaforma di pubblicazione Pulse, con l’obiettivo di aumentare le connessioni e farti riconoscere come un professionista. Questa attività potrebbe inoltre aiutarti a entrare in contatto con i decision maker delle imprese del tuo settore e, quindi, saltare alcuni passaggi del processo di selezione in caso si aprissero delle posizioni in quelle aziende.

P.S. Se qualcosa non fosse chiaro o avessi bisogno di una consulenza puoi contattarmi tramite l’apposito form.

Leave a Reply