Fai decollare la tua startup con questi 5 social media tool gratuiti

Posted by on Mar 11, 2016
Fai decollare la tua startup con questi 5 social media tool gratuiti

Il content marketing può portare ottimi risultati, ma oggi devi anche saper usare al meglio i social network se vuoi raggiungere i tuoi potenziali clienti e renderlo efficace. C’è chi si limita a pubblicare uno o due post quando capita, sperando che qualche utente clicchi sulla pagina dei prodotti e magari alzi la cornetta per chiedere informazioni, ma bisogna fare di più. Le realtà più grandi sono in grado di investire in competenze specializzate, mentre le startup e i competitor più piccoli devono sapersela cavare con le risorse che hanno. Non è facile, e devi investire tempo prezioso, ma con i social media tool giusti puoi fare passi avanti e migliorare il tuo business. Ne vale la pena.

5 social media tool per la tua attività di content marketing

Il primo step è impostare la strategia giusta. Identifica i tuoi potenziali clienti e crea il piano editoriale attorno ai loro valori, i loro desideri, i loro bisogni, i loro sogni, il loro stile di vita. Potrebbe sembrare scontato, ma non lo è: sviluppare il marchio serve a distinguerti dai tuoi concorrenti, e in un mercato del lavoro dove sei solo uno tra mille può farti diventare riconoscibile e autorevole.
Detto questo, se parti da zero devi avviare delle campagne pubblicitarie per raggiungere il tuo pubblico sui social media. Se usi Facebook devi accedere all’area inserzioni e attivare l’account pubblicitario. Su Twitter devi cliccare la voce “pubblicizza” che si trova nella home. Su LinkedIn puoi trovare informazioni su questa pagina.
Prima di creare i banner e promuoverli, però, devi sapere a chi indirizzarli. E qui entrano in gioco i diversi social media tool. Vediamoli di seguito.

1) Buzzsumo

buzzsumo

Per conoscere gli interessi degli utenti e gli influencer del tuo settore ti consiglio di usare Buzzsumo, uno strumento di ricerca che mostra tutti gli articoli più condivisi sui social. Puoi creare delle liste inserendo i siti che vuoi monitorare e c’è, inoltre, una funzione chiamata “Facebook Analyzer”, grazie alla quale puoi sapere quali sono i post pubblicati dalle pagine Facebook che ottengono più share in base a determinate parole chiave. È una miniera d’oro se non hai idea di quali siano gli interessi del tuo target.


2) Feedly

feedly

Una volta che capisci quali contenuti piacciono ai tuoi potenziali clienti segnati i siti che trattano quei temi, sia per prendere ispirazione, sia per fare content curation. Feedly è un moderno feed RSS che riporta in ordine cronologico tutti gli articoli pubblicati dai siti che aggiungi. Anche l’app per smartphone può essere utile: puoi salvare gli articoli e poi recuperarli dal desktop e viceversa.


3) Pocket

pocket

Nella tua quotidiana attività di ricerca potrebbe capitarti di cliccare su un articolo che ti interessa, ma non hai tempo per leggerlo. E avere decine di schede aperte non è una buona idea. Con Pocket puoi salvare gli articoli e leggerli successivamente, con più calma.


4) YouTube Trends Dashboard

youtubetrends

Con il video giusto a volte si possono ottenere centinaia o migliaia di condivisioni. Con questo tool trovate i video più visti e più condivisi su Youtube, che potete riproporre ai vostri follower.


5) Canva

canva

Una volta che hai scelto i contenuti perfetti per i tuoi fan devi dedicarti alla produzione degli articoli, e delle immagini. Se la tua azienda dispone di un reparto grafico potresti farti preparare dei modelli PSD e usare Photoshop, che è più professionale. In caso contrario puoi usare Canva, un sito in parte gratuito con cui puoi creare card per i social media, presentazioni, cover per i profili e altre immagini.

Per il resto, se vuoi avere successo devi essere attivo, costante e coinvolgere chi decide di seguirti.



Se dovessi avere bisogno di una consulenza per impostare la tua strategia o per formare il personale della tua startup su come fare content marketing in modo efficace puoi contattarmi attraverso questo form.

L’articolo ti è stato utile? Seguimi su Facebook se vuoi ricevere altri aggiornamenti

Quand'è che i fan di una pagina decidono di togliere il like? Un sondaggio ha rilevato che i motivi sono almeno 7 ► http://goo.gl/TUUlKG

Pubblicato da MarcelloDettori.com su Giovedì 10 marzo 2016

Leave a Reply