Il miglior social network per il B2B non è quello che credi

Posted by on Apr 4, 2016
Il miglior social network per il B2B non è quello che credi

Alla domanda “qual è il miglior social network per il B2B?” molti istintivamente risponderebbero: LinkedIn. Perché in effetti i suoi utenti, che in Italia sono più di 7 milioni, accedono a questo canale per stringere rapporti di lavoro e trovare nuove opportunità di business. La risposta però è un’altra e potrebbe coglierti di sorpresa: in media Facebook supera LinkedIn per numero di condivisioni di contenuti B2B. È quanto emerso da una ricerca di Buzzsumo e Hubspot, che hanno analizzato 175.000 articoli (49.952 pubblicati dai siti dei clienti B2C di Hubspot e 124.876 dai siti di clienti B2B), con l’obiettivo di scoprire quali tipi di contenuto performano meglio in termini di condivisioni sui social

Il miglior social network per il B2B è Facebook?

b2b_social_network

(Nel grafico sopra sono mostrati i dati relativi al numero di condivisioni in media di un post B2B e B2C sui vari social media)

Come si può leggere nell’ebook di Hubspot, Facebook viene spesso snobbato dai professionisti B2B perché è considerato una piattaforma consumer. Niente di più sbagliato. Come avevo spiegato in un altro post, il social network di Mark Zuckerberg non funziona solo per il grande pubblico, ma rappresenta anche un ottimo mezzo per aumentare le vendite nel settore B2B, diversamente da quanto si può sentir dire. Infatti, oltre a poter scegliere luogo, età, genere e lingua, ci sono funzioni che consentono di raggiungere le persone che hanno visitato il tuo sito, o che sono simili per profilazione ai tuoi contatti Gmail. È vero che con gli ads di LinkedIn puoi filtrare per azienda, posizione lavorativa e località, arrivando quindi proprio a chi desideri. Ma Facebook ha dalla sua un punto di forza non indifferente: ha il triplo degli utenti di LinkedIn e gli utenti ci trascorrono molto più tempo (secondo un rapporto di ComScore del 30 marzo scorso su 6 minuti che navighiamo su internet, 1 lo passiamo su Facebook).
Questo non significa che non dobbiamo più usare LinkedIn per promuovere le nostre imprese B2B. Bisogna, prima di tutto, adottare la strategia giusta. E in un secondo momento scegliere i social network che più fanno al caso nostro, dando priorità a Facebook e LinkedIn, e non dimenticando Twitter.

Seguimi su Facebook se l’articolo ti è stato utile

Per far conoscere i tuoi prodotti, i tuoi servizi o le tue idee agli utenti di Facebook non è necessario pagare. Ecco cosa devi fare ► http://goo.gl/AMEx8r

Pubblicato da MarcelloDettori.com su Venerdì 1 aprile 2016

Leave a Reply