Come aumentare il coinvolgimento con le reazioni di Facebook

Posted by on Mag 13, 2016
Come aumentare il coinvolgimento con le reazioni di Facebook

Vi siete chiesti cosa cambia con l’introduzione delle reazioni di Facebook?

Gli utenti possono esprimere una reazione diversa dal “mi piace”, mentre le pagine potrebbero avere dei vantaggi, soprattutto nel lungo termine.

Facebook in futuro potrebbe infatti decidere di mostrare agli utenti determinate storie in base alle loro reazioni ai post. Per ora l’azienda di Mark Zuckerberg ha escluso che l’algoritmo considera tali parametri, ma ha lasciato intravedere la possibilità di un aggiornamento futuro in tal senso.

È importante quindi sapere come gli utenti stanno usando le reazioni, anche perché nel frattempo possiamo sfruttarle in modo creativo per aumentare il coinvolgimento. Vediamo come.

3 idee per aumentare il coinvolgimento con le reazioni di Facebook

Newswhip ha analizzato le reazioni degli utenti ai post di 20 pagine Facebook di publisher statunitensi tra il 27 aprile e l’11 maggio scorso. Dalla ricerca emerge che se da un lato le reactions costituiscono una parte non indifferente del volume delle interazioni (dal 10% al 15% del totale per ciascuna pagina presa in considerazione), dall’altro sono in generale poco usate rispetto al “Mi piace” tradizionale (ammontano al 16% del numero totale dei like su queste pagine).

reazioni-di-facebook-pagine

Ad ogni modo, vediamo come usare le reazioni per aumentare l’engagement su Facebook.

#1 Organizzare un contest



reazioni-facebook-contest

Social Media Examiner suggerisce di sfruttare le reazioni per organizzare un contest, senza dimenticare di rispettare le linee guida di Facebook. Potete chiedere ai vostri fan di cliccare “Love”, ad esempio, per partecipare ad un concorso. L’utente estratto vincerà un premio. Come nell’esempio sopra.

#2 Competitive intelligence

Le reazioni sono utili per sapere come gli utenti reagiscono a determinati tipi di post. Quindi fatevi un giro nelle pagine dei vostri concorrenti e date un’occhiata ai post che hanno ottenuto più interazioni (sono quelli che hanno un numero maggiore di reazioni). Questo vi sarà utile al momento di creare contenuti per la tua pagina.

EXTRA TIP – Per utenti avanzati: Spike, un tool di analisi simile a Buzzsumo, ha introdotto una funzione con cui potete sapere quali sono i post che ricevono più reazioni su Facebook. Questo strumento è a pagamento, ma potete richiedere una prova gratuita di 14 giorni se volete provarlo.

#3 Reagire ai post delle altre pagine

Sempre Social Media Examiner consiglia di commentare e usare le reazioni nei post di pagine Facebook amiche. È un modo per attirare l’attenzione e conquistare qualcuno dei loro fan.

Se volessi farmi qualche domanda sulle reazioni puoi mandarmi una mail o scrivermi un messaggio sui social.

E se sei interessato ad altri aggiornamenti segui la mia pagina Facebook


Leave a Reply