Capcam, la fotocamera di Beck’s per realizzare video a 360 gradi

Posted by on Giu 10, 2016 in Realtà virtuale | No Comments
Capcam, la fotocamera di Beck’s per realizzare video a 360 gradi

Video a 360 gradi: i brand cavalcano l’onda.

Mentre su Facebook arriva una nuova funzione che permette di pubblicare anche le foto panoramiche 360°, Beck’s attraverso un contest regala ai suoi fan CapCam, una piccola fotocamera per registrare filmati perfetti per la realtà virtuale.

Il gadget è stato sistemato sopra al tappo delle bottiglie di birra del marchio tedesco, e basta staccarlo e sistemarlo sullo smartphone per usarlo. Capcam è inoltre provvista di una funzione che consente di condividere i video sul social network di Mark Zuckerberg. Un’idea brillante per creare brand awareness sui social facendo leva sulle ultime novità tecnologiche.

Sotto potete vedere il video promozionale di BBDO, l’agenzia pubblicitaria che ha curato la campagna di lancio del prodotto:

Con i video a 360 gradi è iniziata l’età dell’Esperienza?



Qualche settimana fa in un altro post, riprendendo un articolo di Techcrunch, osservavo come le foto e gli stati pubblicati dagli utenti di Facebook siano diminuiti del 21% tra il 2014 e il 2015. Mentre nuove app come Snapchat sono in rapida ascesa.

La peculiarità dell’Era dell’informazione, quella dei siti web, dei motori di ricerca e dei social network, è l’accumulazione: “La mia identità è la somma di tutte le informazioni che ho salvato — testi, foto, video e pagine web”, leggiamo su Techcrunch. Ovvero il nostro Io sul web è rappresentato da tutti i post che pubblichiamo.

Con Snapchat invece cambia tutto. Non si parte più da un testo, o da un’esperienza già vissuta. Aprendo l’app la prima cosa che vedete è il vostro volto e l’unica opzione è scattare una foto o girare un video, per poi aggiungere filtri ed elementi grafici come scritte, frecce, effetti e 3D stickers come quelli che potete vedere nella foto sotto:

snapchat-3d-stickers-gif

Gli snap (così si chiamano le foto che scattate su Snapchat) e i video si autodistruggono dopo 24 ore. E non puoi commentare, devi limitarti a guardare video e foto dei tuoi amici. Non c’è una timeline dei post che pubblichiamo. Non c’è, in altre parole, accumulazione, come nel web 2.0. Vivi il presente, come con le dirette e i video a 360 gradi su Facebook.

Insomma, Facebook punta sul live e la realtà virtuale per lasciarsi alle spalle il passato e Snapchat guarda al futuro rendendo disponibile agli utenti la realtà aumentata. E nel mentre nascono nuove piattaforme come Splash, un’app in cui è possibile pubblicare e vedere foto e video a 360 gradi.

Come si evolveranno i social media?

Leave a Reply