Il futuro della pubblicità digitale secondo Sir Martin Sorrell, CEO di WPP

Posted by on Mar 11, 2017 in Internet | No Comments
Il futuro della pubblicità digitale secondo Sir Martin Sorrell, CEO di WPP

Sir Martin Sorrell, CEO di WPP, il più grande gruppo nel settore dell’advertising, non ha dubbi: il futuro della pubblicità digitale è su Google, Facebook e, in parte, su Snapchat.

Il rapporto tra le piattaforme digitali e le agenzie pubblicitarie, però, non è tutto rose e fiori: se da un lato i due colossi americani fanno crescere il business di aziende come WPP, dall’altra rappresentano anche un pericolo, perché sono in grado di lavorare direttamente con gli inserzionisti, tagliando fuori la figura dell’agenzia mediatrice.

Non a caso Sorrell aveva definito Google e Facebook “frenemies”.

Ciò che spaventa di più l’ad di WPP non sono i due colossi americani, ma Amazon: il gigante di Seattle, secondo Sorrell, rappresenta una minaccia maggiore nell’industria pubblicitaria in quanto conosce le abitudini di consumo dei suoi utenti.

Nel 2016 Amazon ha raggiunto un fatturato pubblicitario di 1,3 miliardi di dollari, una crescita del 60% sull’anno precedente. Briciole rispetto ai ricavi pubblicitari di Google (34 miliardi di dollari) e Facebook (15 miliardi), ma un segnale importante è dato dalla crescita enorme dell’azienda di Bezos, che potrebbe diventare concorrente di Google nel mercato pubblicitario.

E riguardo a Snapchat, Sorrell crede che in futuro diventerà “una terza forza” dietro Google e Facebook per gli investimenti pubblicitari del suo gruppo, ma per il momento deve dimostrare che è in grado di garantire un ROI considerevole.

Nel 2016 WPP ha investito, per conto dei propri clienti, 5 miliardi di dollari su Google (4 l’anno precedente), 1,7 miliardi su Facebook e 80 milioni di dollari su Snapchat. Nel 2017 la spesa pubblicitaria su Google passerà a 6 miliardi di dollari e su Facebook potrebbe arrivare 2,5 miliardi.

Quindi gli investimenti della pubblicità digitale cresceranno su Google e Facebook. Ma stiamo attenti a Snapchat e non dimentichiamo Amazon:

“È ancora presto per dire cosa accadrà con Amazon ma nel frattempo abbiamo aperto un’agenzia a Seattle per entrare in affari con Amazon e soddisfare Amazon,” ha detto Sorrell nel suo discorso al Mobile World Congress a Barcellona la settimana scorsa.

Leave a Reply